Wednesday, April 19, 2006

Involtini di coste e ricotta





Non mi ero ancora resa conto di essere tornata da Paris ed ero già in Liguria, in un piccolo borgo medioevale che si chiama Rollo ed è situato sopra ad Andora. Durante una passeggiata mi sono emozionata alla vista di un cespuglietto di timo i cui fiori mai avevo ammirato: un tenue colore rosa che vira al lilla. Adoro il timo, la sua nota pungente mi ha stregato da bambina, in un piatto di zucchine, di cui ancora ricordo il sapore.


una pianta di coste (circa 20 foglie grandi)
ricotta 400 g
cipollotti 6-8
pinoli 2 cucchiai
salsa di soia un cucchiaino
vino bianco 2-3 cucchiai
timo fresco 3 rametti
Fate appassire in poco olio i cipollotti tritati; tagliate via dalle coste i gambi bianchi e aggiungeteli a dadini ai cipollotti. Quando sono teneri sfumate con del vino bianco e aggiungete poi la salsa di soya. Sbollentate per 30 secondi le foglie delle coste in acqua bollente salata, poi raffreddatele istantaneamente con un rivolo di acqua gelida per preservarne il colore verde brillante. Saltate i pinoli in una padella per farli colorire poi mescolateli con la ricotta e le verdure appassite, avendo cura di scolarle dall'intingolo che conserverete. Posate un cucchiaio di ripieno al centro di ogni foglia e chiudete poi con delicatezza ottenendo una ventina di pacchettini. Prima di servirli intiepiditeli con l'intingolo tenuto da parte a calore moderato e con il coperchio ben calcato sulla pentola.



13 comments:

°.° said...

dopo aver visto questo, posso buttare il mio vocabolario! senza parole... °.°

gli scribacchini said...

Delizia ! Sia per gli occhi che per il palato, grazie grazie grazie. Kat

Tulip said...

questa foto... è proprio bella...
mi mette quasi calma..oltre che appetito!

Kjaretta said...

Frittatino: grazie, sei veramente carino, arrossisco... ;-)
Kat: ciao cara, grazie a te della tua visita, molto gradita.
Tulip: certo non e` come il nostro fiore preferito, ma anche questo fiore di campo rasserena la vista.

Francesca said...

spettacolo Kiara! questi fagottini tutti verdi mi incantano.

gli scribacchini said...

Insomma, se continui così mi tocca dare le dimissioni da Ogb! Dai, dammi almeno unn'aggancio per una cattiveria piccola piccola.
:-) Remy

rosso fragola said...

Kiaretta sei un'artista!
Proverò i tuoi fagottini, ma non so se riuscirò a realizzare una presentazione bella come la tua: bravissima!

Elisa said...

Sono una meraviglia questi fagottini...i fiori, altra mia passione di cui ti ho raccontato :)
E cosi' sei in Liguria adesso a raccogliere timo di cui esistono due varieta': pensa che io ho visto solo quello con i fiori bianchi, ma so che l'altro viene chiamato timo rosso.

Un bacio e torna presto ;)

Kjaretta said...

Francesca: sei tornata da Madrid? Attendiamo i tuoi racconti!
Ogb: cavolo, il povero ogb e` senza spunti, mi spiace! Ma guarda se mi devo intenerire per un ogb che ha pure la borragine infestante!
rosso fragola: grazie ma sei troppo buona, davvero. I fiori mi hanno ispirato.
Elisa: ma pensa, fa anche i fiori bianchi. Anche il basilico fa minuscoli fiori bianchi; ho una vera predilezione per i fiori delle erbe aromatiche!

apprendistacuoca said...

questa foto mi ha conquistato. d'ora in poi ti seguirò quotidianamente per altre ispirazioni.
solo un chiarimento: che fiori sono quelli che hai usato per la presentazione?

Kjaretta said...

Apprendistacuoca: sono lieta di essere fonte di ispirazione. I fiori li ho raccolti pensando fossero quelli dell'aglio ma guardando su un libro temo di avere preso un abbaglio, anche se gli assomigliano decisamente.

miss piperita said...

semplicemente stupendi!!!!

Kjaretta said...

grazie miss piperita, benvenuta nel mio blog.