Monday, April 03, 2006

Miglio e capelli






Questo è un piatto che ho realizzato con successo in altre occasioni, si tratta delle gustose polpette di miglio della cuoca petulante, il cui blog visito spesso perchè mi avvicina ogni giorno un po' di più alla macrobiotica, per me una misteriosa sconosciuta. Tra le tante ricette questa aveva colpito la mia attenzione poichè l'ingrediente protagonista è il miglio, cereale noto per l'apporto nutrizionale che fornisce alle unghie e soprattutto ai capelli. Pare che l'assunzione quotidiana di miglio aiuti a mantenere i capelli forti e brillanti e a prevenire stempiature che potrebbero degenerare in un' indesiderata calvizie. In quanto cuoca dilettante mi permetto di suggerire una variazione alla ricetta originale: prima di procedere a fare le polpette io non ho frullato tutto l' impasto ma solo metà così da gustare appieno la caratteristica croccantezza del miglio. In quanto Chiaraneve esigo che la distribuzione gratuita dei rigalimoni avvenga al più presto e per tutti come monito per il futuro e simbolo di ciò che non vogliamo diventare: un utensilino superbo ed egocentrico.

13 comments:

perec said...

il rigalimoni è utilizzato da tempo immemorabile pr tenere sotto controllo l'ego. da qui, il suo uso è stato esteso al controllo del limone. che come tutte noi bene sappiamo, per il suo ego può fare a polpette il nostro. non sempre, ma si riserva l'opzione, ecco.

Kjaretta said...

E priviamolo di questa opzione allora! Con l'ausilio del rigalimoni gli si toglie di dosso quella scorza cinica che sembra inattacabile, sotto c'è la pelle bianca, delicata come quella di tutti gli altri.

Much la vache said...

Sciampista?? Menteuse! Puah

gli scribacchini said...

Scusa ma non ho capito. Bisogna mettersi in testa quella roba, con tutti i pomodori e poi spalmarla con il rigalimoni? Mi sa che sei meglio come cuoca :-)
Remy

testa di camembert said...

Caro Remy, devi sapere che l'epiteto "testa di rapa" viene rivolto a Kjaretta soprattutto quando si fa il suo celebre sciampo alle rape!...

Kjaretta said...

Much la vache: non l'ho deciso io di fare la sciampista! E no sono una menteuse
Remy: no , in testa solo le polpette... I pomodorini sevuoi li puoi mangiare ;-)
testa di camembert: per non parlare della mia machera alla barbabietola....

Francesca said...

queste polpette supergustose piene di colori!! giduria almeno per gli occhi:)

Kjaretta said...

Ciao francesca: si sono davvero colorate! La salsina verde é avocado e yogurt frullati con pochissimo cilantro.

Much_The_Cow said...

much la vache...ci vediamo in tribunale :[

Francesca said...

che così è il cilantro?? o mio dio non l'ho mai sentito:))
carina questo tipo di salsetta e facilissima da fare, sono sicura che al mio matematico piacerà sicuramente!;)

Kjaretta said...

il cilantro non è altro che il coriandolo, solo che il nome preciso delle foglie è questo. Ne ho usato anche qui se ti interessa
http://ilpranzodibabette.blogspot.com/2006_02_01_ilpranzodibabette_archive.html

Francesca said...

che bello spunto! mi ci menterò:)
ciao e buona serata

il maiale ubriaco said...

non sapevo di queste proprietá del miglio...pur non avendo problemi di calvizie e dermatologici credo proveró sia il miglio che la ricetta, saggiamente rivisata da kjaretta...brava! e grazie per i complimenti al mio blog!

Re